4 minuti di lettura (875 parole)

Le novità fiscali previste dal disegno di "Legge di Bilancio 2018"

Casa-Verde-Ambiente

Le novità fiscali previste dal disegno di "Legge di Bilancio 2018":


Interventi di "riqualificazione energetica".

Rinnovo bonus interventi. Il disegno di legge

prevede la conferma della proroga della

detrazione per la "generalità" degli interventi di

riqualificazione energetica nella misura del 65%

per le spese sostenute fino al 31/12/2018

(anziché fino al 31/12/2017).

La detrazione dall'01/01/2018 è invece

ridotta al 50% per le spese relative a:

- acquisto e posa in opera di finestre comprensive

di infissi;

- acquisto e posa in opera di schermature solari;

- sostituzione di impianti di climatizzazione

invernale con impianti dotati di caldaie a

condensazione;

- acquisto e posa in opera di impianti di

climatizzazione invernale con impianti dotati di

generatori di calore alimentati da biomasse

combustibili, con l'importo massimo della

detrazione pari a € 30.000.


Interventi di "riqualificazione energetica".

Cessione del credito. Le leggi di bilancio 2016 e

2017 avevano introdotto la possibilità di optare,

in luogo della detrazione d'imposta, per la

cessione del corrispondente credito ai fornitori

che avevano eseguito alcuni specifici interventi di

riqualificazione energetica.

Il nuovo disegno di Legge di Bilancio 2018

dispone che la cessione del credito

corrispondente alla detrazione non sarà più

limitato a determinati interventi, ma riguarderà

tutte le tipologie di intervento di riqualificazione

energetica.


Interventi di recupero edilizio. E' previsto

che la detrazione IRPEF per gli interventi di

recupero del patrimonio edilizio venga

confermata fino al 31/12/2018 nella misura del

50% e su un importo massimo di € 96.000 per

unità abitativa a uso residenziale.


Sisma bonus. La detrazione IRPEF spettante

con riferimento alle spese sostenute per

interventi consistenti nell'adozione di misure

antisismiche e nell'esecuzione di opere per la

messa in sicurezza statica degli edifici sarà fruibile

anche da Istituti autonomi per le case popolari

(IACP), enti aventi le stesse finalità sociali di detti

Istituti e cooperative di abitazione a proprietà

indivisa per interventi realizzati su immobili dalle

stesse posseduti e assegnati in godimento ai soci.


Bonus mobili ed elettrodomestici. Sarà

prorogata fino al 31/12/2018 la detrazione IRPEF

del 50% prevista a favore dei soggetti che

sostengono spese per l'acquisto di mobili / grandi

elettrodomestici rientranti nella categoria A+ (A

per i forni) finalizzati all'arredo dell'immobile

oggetto di interventi di recupero del patrimonio

edilizio, per il quale si fruisce della relativa

detrazione.

Si fa presente che per poter fruire della

detrazione relativamente alle spese sostenute nel

2018 è necessario che i lavori di recupero edilizio

siano iniziati a decorrere dall'01/01/2017.


Nuovo "bonus verde". Verrà introdotta,

dal 2018, una detrazione IRPEF, nella misura del

36% su una spesa massima di € 5.000 per unità

immobiliare ad uso abitativo, fruibile dal

proprietario o dal detentore dell'immobile sul

quale siano effettuati interventi di:

- "sistemazione a verde" di aree scoperte private

di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o

recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione

pozzi;

- realizzazione di coperture a verde e di giardini

pensili.

La nuova detrazione:

- spetta anche quando i predetti interventi sono

effettuati su parti comuni esterne di edifici

condominiali;

- spetta anche per le spese di progettazione e

manutenzione connesse all'esecuzione degli

interventi agevolati;

- è fruibile a condizione che i pagamenti siano

effettuati tramite strumenti idonei a consentire la

tracciabilità delle operazioni;

- va ripartita in 10 rate annuali di pari importo, a

decorrere dall'anno di sostenimento.


Cedolare secca su canoni concordati. In

caso di opzione per la cedolare secca, è concessa

l'applicazione dell'aliquota ridotta del 10% per i

contratti a canone concordato (quelli stipulati ex

artt. 2, comma 3, e 8, L. 431/98 e relativi ad

abitazioni ubicate nei comuni ad alta tensione

abitativa). La norma vale per i contratti stipulati

nel quadriennio 2014-2017.

Nella nuova Legge di Bilancio per il 2018, è

disposto che questa aliquota ridotta del 10% sarà

applicabile per gli anni dal 2014 al 2019.


Polizza assicurativa per calamità naturali.

Sarà prevista la detrazione IRPEF pari al 19% dei

premi per le assicurazioni aventi ad oggetto il

rischio di eventi calamitosi stipulate

relativamente alle unità immobiliari ad uso

abitativo.

La suddetta disposizione è applicabile alle

polizze stipulate a partire dall'1/1/2018.


Abbonamenti trasporto pubblico. Verrà

reintrodotta la detrazione IRPEF pari al 19% delle

spese sostenute, anche nell'interesse dei soggetti

a carico, per l'acquisto di abbonamenti ai servizi

di trasporto pubblico locale o regionale e

interregionale per un importo non superiore a €

250.


"Bonus 80 euro". Nella Legge di bilancio

2018 viene rivisto il c.d. "Bonus 80 Euro": Il

reddito complessivo massimo per ottenere detto

bonus viene innalzato da € 26.000 a € 26.600.


Limite esenzione per i compensi a sportivi

dilettanti. Sarà elevata da € 7.500 a € 10.000 la

soglia entro la quale, come disposto dall'art. 69,

comma 2, lett. m), TUIR, le indennità, i rimborsi

forfetari, i premi ed i compensi erogati agli

sportivi dilettanti dalle società / associazioni

sportive dilettantistiche, non concorreranno alla

formazione del reddito.


Rivalutazione terreni e partecipazioni.

Persone fisiche, società semplici, enti non

commerciali e soggetti non residenti privi di

stabile organizzazione in Italia potranno

rivalutare il costo o valore di acquisto delle

partecipazioni (qualificate e non) di società non

quotate e dei terreni posseduti alla data del

01/01/2018, al di fuori del regime d'impresa,

affrancando in tutto o in parte le plus valenze con

una imposta sostitutiva dell'8%.

Entro il 30/06/2018 è necessario provvedere

alla redazione ed all'asseverazione della perizia di

stima e al versamento dell'imposta sostitutiva.


Tassazione capital gains e dividendi. Il

disegno di legge di Bilancio 2018 estende

l'applicazione dell'imposta sostitutiva del 26%

alle partecipazioni qualificate detenute da

persone fisiche al di fuori dell'esercizio di

impresa. Questo determinerà una pari

imposizione sia per le plusvalenze realizzate

nell'ambito del capital gain dalle persone fisiche,

sia per i dividendi percepiti dalle stesse, a

prescindere dalla tipologia di partecipazione

posseduta – qualificata o non qualificata.

Il nuovo regime si applicherà alle

plusvalenze realizzate a partire dall' 01/01/2019

e agli utili percepiti a partire dall' 01/01/2018,

mentre la distribuzione degli utili prodotti fino

all'esercizio in corso al 31/12/2017 resterà

assoggettata al regime vigente (con aliquota del

58,14%) se deliberata nel lasso temporale che va

dal 01/01/2018 e il 31/12/2022.


N.B. Si fa presente che il

disegno di legge potrà subire importanti

cambiamenti prima di essere definitivamente

approvato e pertanto vi chiediamo di non

considerare per assodato quanto sotto illustrato.

COME ABBASSARE LE BOLLETTE CON LA CALDAIA A CONDEN...
FIR CENTRO ASSISTENZA COLA
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Lunedì, 22 Luglio 2019
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.